Monza – Milano – Bergamo

divider

Pubblicazioni e News

separator

GREEN PASS – VIOLAZIONE DEI PROTOCOLLI IN MATERIA DI LAVORO – PROVVEDIMENTO DI MESSA IN ASPETTATIVA SENZA RETRIBUZIONE

/

Green passGREEN PASS – VIOLAZIONE DEI PROTOCOLLI IN MATERIA DI LAVORO – PROVVEDIMENTO DI MESSA IN ASPETTATIVA SENZA RETRIBUZIONE

Il Giudice di Milano, Sezione Lavoro, con la Sentenza nr. 2316/2021 del 15.09.21,  in seguito al ricorso avverso un provvedimento di messa in aspettativa senza retribuzione, ha dichiarato l’illegittimità del provvedimento di collocamento in aspettativa non retribuita, condannando parte resistente al pagamento, in favore della ricorrente, delle retribuzioni maturate dalla data di sospensione alla data di effettiva riammissione in servizio o di legittima sospensione della prestazione lavorativa, con interessi e rivalutazione dal dovuto al saldo effettivo.

Ne consegue che «la sospensione del lavoratore senza retribuzione rappresenta l’extrema ratio» ovvero: la legge prevede che prima di arrivare alla sospensione vi debba essere un lungo procedimento, al termine del quale l’ATS (Agenzia di Tutela della Salute) dovrà adottare l’atto di accertamento sulla non sottoposizione al vaccino da parte dell’individuo obbligato. Tale adozione determina la sospensione da mansioni/prestazioni che comportano il rischio di diffusione del contagio.

Tuttavia, la legge impone al datore di lavoro di adibire il lavoratore che non si è sottoposto al vaccino, a mansioni che non comportano il rischio di diffusione del contagio, e solo se ciò non è possibile non sarà dovuta la retribuzione.

separator
English