Monza – Milano – Bergamo

divider

Pubblicazioni e News

separator

Diffamazione a mezzo web: anche il blogger risponde penalmente del commento offensivo altrui

/

indexDiffamazione a mezzo web: anche il blogger risponde penalmente del commento offensivo altrui

La Corte di Cassazione, con la sentenza n. 12546/19 del 20/03/2019, stabilisce i presupposti di imputabilità dei blogger, ossia dei gestori di siti/diari presenti on line (blog, appunto), per i commenti diffamatori postati da utenti della rete.

Gli Ermellini hanno respinto il ricorso del gestore di un blog siciliano, condannato per diffamazione aggravata, ripercorrendo le tappe dell’imputabilità per i reati commessi a mezzo del web.

Escludendo che la responsabilità del blogger per il fatto altrui sia assimilabile a quella del direttore di testate giornalistiche, in quanto non sussiste il requisito della professionalità dell’attività svolta, la Corte di Cassazione, pur non ammettendo l’ipotesi di culpa in vigilando, contesta al blogger di non aver provveduto alla rimozione dei commenti diffamatori presenti sul proprio blog.

In tali fattispecie, pertanto, trovandosi dinanzi ad una “pluralità di reati integrati dalla ripetuta trasmissione del dato denigratorio”, viene censurata, a titolo concorsuale, una sorta di “riappropriazione” della condotta diffamatoria altrui da parte del blogger.

separator
English